Hayseed Dixie predicare como San Mosconi

 

Hayseed Dixie è un progetto che nasce nell’estate del 2000 nelle fertili vallate del Deer Lick Holler, nel cuore dei monti Appalachi, East Tennessee USA. In questi luoghi completamente isolati da influenze culturali e musicali esterne, i nostri ragazzi crescono suonando la musica tradizionale dei loro antenati con banjo, violino, mandolino, chitarra e basso acustici.


Un giorno tutto ciò subisce un brusco cambiamento, quando un forestiero improvvisamente va a sbattere con la sua auto contro una vecchia e maestosa quercia, proprio là dove la strada fa una curva particolarmente pericolosa che gli abitanti della zona hanno ribattezzato “Devil’s Elbow”, ovvero il gomito del diavolo. Sfortunatamente il malcapitato straniero non sopravvive allo schianto, ma la sua eredità riesce ad arrivare fino ai giorni nostri. Infatti, i nostri ragazzi, per identificare il poveretto, iniziano a frugare tra i rottami e scoprono una serie di vinili degli AC/DC. Subito li fanno girare su un vecchio Edison 78 rpm Victrola, e si trovano d’accordo nel commentare che quei brani suonano proprio come i brani country che sono soliti suonare… e che Lost Highway di Brother Hank Williams e Highway to Hell degli AC/DC sono esattamente sulla stessa dannata linea! Il resto è ormai entrato a far parte della storia della musica.


- Gli Hayseed Dixie hanno realizzato 15 album dal 2001 a oggi, che comprendono brani inediti e reinterpretazioni di brani già noti, e hanno venduto un totale di oltre 600.000 copie.

- L’ultimo album degli Hayseed Dixie prende il titolo “Free Your Mind and Your Grass Will Follow”. Ma certo! E’ il più recente!


Stampa:


“L’edonismo forsennato degli Hayseed Dixie è davvero rinfrescante!” ***** (5 stelle) – The Guardian


“Gli Hayseed Dixie mettono in risalto lo spirito rock della musica di montagna: l'energia, il ritmo del dirt-punk, le vibranti armonie e il diritto fondamentale di ogni buono a nulla senza speranze di scatenare l’inferno quando arriva il sabato sera.” - Uncut


“Sono dei musicisti straordinari con una profonda conoscenza e passione per le dinamiche del rock moderno e della più datata musica hillbilly” – The Times


“L’album mi è piaciuto e… dopo aver approfondito… non è buono… è favoloso!” – Brian May, Queen


“è fantastico! Non vedo l’ora di ricevere l’assegno dei diritti!” – Gene Simmons, KISS